Laboratorio M.A.RE – Materiali, Analisi, Restauro

  • INFORMAZIONI GENERALI
  • AREE DI RICERCA E SERVIZI
  • ATTREZZATURE

  • Dipartimento: Patrimonio, Architettura e Urbanistica – Università Mediterranea Reggio Calabria
  • Responsabile: Letterio Mavilia
  • Localizzazione: PAU, Piano -1, Via dell’Università 25, 89124 Reggio Calabria

Il Laboratorio si articola in più sezioni:

  • Sezione di indagini in Laboratorio
  • Sezioni di indagini in situ
  • Sezioni di Rilievo Strumentale


Sezione di indagini in laboratorio

Le principali attività riguardano:

  • Caratterizzazione chimico-fisica e mineralogico-petrografica di materiali lapidei (pietre e marmi vari), di materiali litoidi (laterizi, ceramiche, malte, intonaci, stucchi, calcestruzzi) utilizzati in edifici d’interesse storico-artistico, studio dei fenomeni di degrado e alterazione degli stessi;
  • Sperimentazione di prodotti e tecniche per la pulitura e il ripristino di elementi inerenti il patrimonio architettonico ed ambientale;
  • Studi archeometrici finalizzati alla definizione della provenienza e della tecnologia di produzione e/o lavorazione di manufatti lapidei, litoidi e ceramici, provenienti da scavi archeologici o da collezioni museali;
  • Studio delle tecniche e dei materiali utilizzati negli strati di supporto dei dipinti murali, della natura dei pigmenti adoperati nelle varie stratificazioni, dei processi di invecchiamento, nonché dei più appropriati metodi di pulitura e recupero;
  • Studio dei meccanismi alla base dei processi di degrado ed alterazione dei materiali a seguito di fenomeni di invecchiamento naturale o di inquinamento antropico;
  • Analisi delle risorse locali sulla disponibilità, qualità e proprietà delle materie prime (aggregati, argille, calcari, marne, minerali non metalliferi, etc.) che contribuiscono, con appropriata tecnologia, a produrre le componenti materiali (malte, intonaci, stucchi, pigmenti, etc.) per l’impiego nel recupero dell’edilizia storica.


Sezione di indagini in situ

Il Laboratorio opera in situ eseguendo indagini non distruttive nell'ambito dei seguenti temi di ricerca:

  • analisi delle caratteristiche comportamentali e delle risorse strutturali, finalizzate a valutare il livello di degrado degli elementi in muratura, in legno e in conglomerato cementizio semplice e armato;
  • monitoraggio e controllo strutturale, finalizzato all’individuazione e quantificazione dei cinematismi;
  • monitoraggio micro e macro climatico, per la comprensione del livello di esposizione al degrado ambientale.


Sezione di rilievo strumentale

Principali attività:

  • prospezioni e raccolta dati
  • rilievo strumentale, elaborazione e restituzione grafica di architetture storiche; di nuova costruzione; complessi industriali; manufatti infrastrutturali (ponti, viadotti, gallerie ecc); manufatti archeologici; complessi urbani.

La tipologia indiretta, non invasiva, degli strumenti consente di realizzare veloci ed economici rilievi a differenti scale di indagine e restituzione. Personale altamente qualificato accompagna le indagini dalle fasi di presa e raccolta dati, sino a quelle di elaborazione e restituzione finali anche con linguaggio multimediale.

Sezione di indagini in laboratorio

  • Diffrattometria a raggi x – Bruxer AXS, D8 Advance
  • Fluorescenza a raggi x – Bruxer AXS, S2 Ranger
  • Microscopia ottica: stereomicroscopio, microscopio ottico a luce polarizzata – Olympus BX51
  • Cromatografia ionica – Metrohm IC 761
  • Analisi termica – Netzsh, STA 409 PC LUXX
  • Camera climatica – Angelantoni, Challenge 160
  • Trattamenti termici e fisico-meccanici: forno statico e forno rotante; frantoio a mascelle e mulino centrifugo a sfere; setacciatore elettro-meccanico
  • Prove meccaniche: macchina per prove di carico
  • Strumentazione accessoria per la preparazione di provini di malta: mescolatrice automatica; tavola a scosse motorizzata; ago di Vicat automatico; permeabilimetro di Blaine; volumometro Le Chatelier.

 

Sezione di indagini in situ

  • Endoscopio modulare rigido (boroscopio) PCE-E 122 con oculare ad attacco monocolare di L=100 cm e campo visivo di 60°, obettivo con visione forntale a regolazione di intensità luminosa
  • Termocamera per rilevamenti fotografici a luce infrarossa ThermaCAMFlir PM 575 PAL con detector microbolometrico 320×240 a controllo remoto Rs 232  con Software Reporte2000 Basic
  • Rilevatore magnetometrico digitale di precisione a microprocessore  con grado di protezione IP54 e conforme alla normativa internazionale BS1881:204 e DGZfP: B2
  • Sclerometro per calcestruzzi induriti normali,  con dispositivo automatico incorporato per la registrazione su diagramma dei valori di impatto. Energia di impatto 2.207 N/m. Incudine di taratura modello N
  • Rilevatore ad ultrasuoni portatile DSP System per la misura dei valori caratteristici dei materiali mediante l’impiego di impulsi ad ultrasuoni con microprocessore a colloquio diretto e display LCD frontale.
  • Resistografo IML RESI F400 con unità standard a memorizzazione continua fino a 22m, profondità di perforazione 385 mm, e trapano ad accumulatore Bosch 12VES2
  • Penetrometro meccanico Proceq 6J-Forest con misuratore di profondità integrato e profondità di penetrazione massima 40 mm con ago intercambiabile di diametro 5 mm
  • Datalogger  MAGIANT MagLog USB °C – RH%caratteristiche tecniche: range di misura temperatura (°C) -2 … +85; range di misura umidità relativa RH 0 … 100%; precisione ± 0,5°C/± 2,00% RH; intervalli di misura variabili tra 1 sec/24h

 

Comments are closed.

La nostra newsletter

Iscriviti per essere aggiornato su notizie ed eventi